Viaggia informato, tutelati

Viaggiare è sempre un’esperienza bellissima, tuttavia possono verificarsi degli imprevisti e per questo è importante viaggiare informati ed affidarsi a delle agenzie che tutelano i viaggiatori.

In particolare è importante sapere in quali casi è possibile richiedere il risarcimento, il rimborso tasse aeroportuali e cosa succede in caso di volo in ritardo, volo cancellato, bagaglio smarrito e imbarco negato.
Le agenzie di viaggio offrono sempre più spesso dei servizi in grado di evitare una vacanza rovinata e tutelare il cliente.
In caso di imprevisti è importante rivolgersi immediatamente al proprio tour operator che sarà in grado di trovare la soluzione più giusta al problema.

RIMBORSO e RISARCIMENTO
Le richieste di risarcimento devono sempre essere quantificate in termini monetari e bisogna inviare una lettera raccomandata in cui deve essere documentata e motivata la relativa richiesta.
Il rimborso è una somma in denaro che può essere richiesta quando, per colpa dell’organizzatore del viaggio, non è stato possibile usufruire di un particolare servizio compreso nel pacchetto acquistato, oppure per far fronte ad una situazione imprevista imputabile sempre all’organizzatore. Il valore del rimborso è calcolato in base al valore del costo del servizio e le spesa extra che si è dovuto sostenere.
Il risarcimento invece è una somma in denaro che viene corrisposta in caso di un disagio che ha reso la vacanza rovinata e il suo ammontare è calcolato tenendo conto degli effetti che il danno ha recato alla persona.

RISARCIMENTO PER VOLO IN RITARDO O VOLO CANCELLATO
In caso di volo in ritardo o volo cancellato è possibile richiedere un risarcimento in base a quanto richiesto da un’apposita normativa europea.
Ad esempio per voli di breve durata, ovvero al di sotto di 1500 km, è previsto un risarcimento di 250 euro e se il ritardo supera le 5 ore tutti i passeggeri possono chiedere di far annullare il volo ed essere riportati indietro.
In base a quanto stabilito dalla normativa UE 261/2004, infatti, tutti i passeggeri devono essere assistiti e possono chiedere un risarcimento in caso di imbarco negato, cancellazione del volo o ritardo prolungato.
Il risarcimento oscilla da 250 a 600 euro e varia in base ai km previsti e se si tratta di voli comunitari o internazionali

BAGAGLIO SMARRITO e RIMBORSO TASSE AEROPORTUALI
In caso di bagaglio smarrito occorre rivolgersi all’Ufficio oggetti smarriti e, se non viene trovato subito, in genere le compagnie offrono una somma che sia sufficiente a fare delle spese urgenti come spazzolino, pigiama, eccetera.
Se il bagaglio risulta definitamente smarrito, danneggiato oppure consegnato in ritardo si ha diritto ad un risarcimento non superiore a 1167 euro in base a quanto stabilito dalla Convenzione di Montreal del 1999.
Per quanto riguarda il rimborso tasse aeroportuali, invece, può essere richiesto quando non si usufruisce di un volo già prenotato in quanto servono a coprire costi come il diritto di imbarco, la sicurezza e i controlli sul bagaglio.